Gli Usa fanno causa ad Apple, violate le norme antitrust. ‘Crea un precedente pericoloso’

328

Il Dipartimento di Giustizia americano avvia un’azione legale contro Apple per aver infranto le regole antitrust. Il Dipartimento di Giustizia e i procuratori generali di 16 stati americani accusano Apple di aver bloccato gli sviluppatori di software e le società di videogiochi dall’offrire opzioni migliori per l’iPhone, causando prezzi più alti per i consumatori. Secondo l’accusa Apple di fatto ha usato il suo potere nel settore degli smartphone per limitare la concorrenza e la scelta per i consumatori. “I consumatori non dovrebbero pagare prezzi più alti perché le società violano le leggi antitrust”, afferma il ministro della Giustizia Merrick Garland.

Apple peggiora a Wall Street, dove arriva a perdere il 3,30% dopo la causa del Dipartimento di Giustizia per violazione delle leggi antitrust. Immediata la reazione.  “Riteniamo l’azione sbagliata” sulla base dei fatti e della legge e “ci difenderemo”. Lo afferma Apple commentando l’azione antitrust avviata dal Dipartimento di Giustizia americano. Se la causa avrà successo metterà “in pericolo la nostra capacità di creare la tecnologia che la gente si attende da Apple”, aggiunge Apple, precisando che la causa rappresenta inoltre un “precedente pericoloso concedendo al governo il potere di esercitare un ruolo pesante nella progettazione della tecnologia per le persone”.