Nas Palermo, multe e sequestri in ristoranti e negozi

117

Trentacinque violazioni penali e 89 amministrative, per le quali sono state elevate sanzioni per complessivi 165.000 euro circa, nonché segnalate, per le valutazioni di competenza, 103 persone alle autorità amministrative e sanitarie e 37 all’autorità giudiziaria.

E’ il bilancio dei controlli dei carabinieri del Nas di Palermo nel corso di questa estate nelle province oltre che del capoluogo siciliano anche di Trapani e Agrigento. I militari hanno ispezionato numerose attività di commercio fisse e ambulanti, stabilimenti balneari, strutture ricettive, parchi acquatici, agriturismo, aziende agricole, esercizi di ristorazione, gelaterie, punti di ristoro stradali, traghetti, nonché numerose comunità alloggio per anziani.

I controlli sono stati eseguiti anche nelle isole di Ustica, Favignana, Pantelleria, Lampedusa e Linosa: qui i carabinieri hanno sequestrato prodotti alimentari per circa 2.000 chilogrammi, di cui 1.046 prodotti ittici nonché vino per circa 617.000 litri, per un valore complessivo di circa 313.500 euro ed hanno altresì proceduto all’esecuzione di provvedimenti di interdizione delle attività in 20 strutture.

Fra le infrazioni riscontrate nel settore alimentare e sanitario ci sono le carenze igieniche dei locali, l’assenza o il mancato aggiornamento della registrazione sanitaria, la mancata predisposizione delle procedure di autocontrollo, l’omessa indicazione sui prodotti preparati e di tracciabilità sulla loro provenienza, nonché la mancata attuazione delle procedure di autocontrollo alimentare e, in relazione alla sicurezza dei luoghi lavoro, carenze nella predisposizione di adeguate misure antincendio.