Uccisa nel ragusano: fiaccolata e veglia di preghiera

117

Una veglia di preghiera è stata tenuta nella chiesa di Maria SS. Annunziata a Giarratana per concludere la giornata dedicata alla memoria di Rosalba Dell’Albani, la donna uccisa dal cognato, Mario Barresi, all’alba del 4 marzo. Rosalba, 52 anni, lavorava in un ospedale a Ragusa. Successivamente, una fiaccolata è stata organizzata per le strade della città, guidata dal sindaco Lino Giaquinta e dal parroco don Francesco Mallemi, con la partecipazione di molte persone. Il corteo silenzioso si è snodato lungo la via principale, il corso XX Settembre, per poi concludersi davanti alla chiesa, dove molte persone hanno voluto dimostrare la loro vicinanza alla famiglia di Rosalba Dell’Albani, tra cui il marito Paolo Fracasso, brigadiere dei carabinieri, i loro tre figli e le altre famiglie coinvolte nel delitto di Giarratana, esprimendo solidarietà e conforto tramite la presenza e la preghiera.